Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti al loro uso.
Nell'Informativa sulla Privacy puoi leggere le istruzioni per l'eventuale disabilitazione.

Accetto | Maggiori Informazioni
Il codice degli appalti D.Lgs. 50/2016: prospettive di cambiamento conseguenti alla messa in mora dell'Italia da parte dell'Europa. (SEDE DI LUCCA)

Il codice degli appalti D.Lgs. 50/2016: prospettive di cambiamento conseguenti alla messa in mora dell'Italia da parte dell'Europa. (SEDE DI LUCCA)

Codice corso: 19-APP-001-01 Area: AGEVOLAZIONI, APPALTI, FINANZIAMENTI DIRETTI ED INDIRETTI, RICERCA E INNOVAZIONE

Date: 26 settembre 2019 (da confermare) Durata: 8 ore

Prezzi
Aziende non associate e lib. professionisti (+IVA) 378 € + IVA
Aziende associate (+IVA) 283 € + IVA
Privati (IVA inclusa) 378 €

Il 28 febbraio scorso, il Consiglio dei Ministri ha approvato un disegno di legge delega al Governo “per il riassetto delle disposizioni in materia di contratti pubblici”.
Se gli obiettivi dichiarati sono quelli “della semplificazione, della razionalizzazione, del riordino, del coordinamento e dell'integrazione”, resta il fatto che storicamente l'Italia trova difficoltà ad adeguarsi agli standard richiesti dall'Europa in materia di appalti.
Il 24 gennaio la Commissione europea ha messo in mora l'Italia per non conformità della normativa interna in materia di contratti pubblici alle direttive del 2014. Ed il 27 febbraio, in altro provvedimento, la Commissione ha criticato “la perdurante mancanza di misure attuative fondamentali... in particolare la
qualificazione delle stazioni appaltanti”.
Il corso si prefigge pertanto di verificare in itinere sia lo stato di attuazione del Codice, sia le modifiche realizzate e/o prospettate nel momento in cui il corso si svolgerà: il tutto alla luce di quei principi rispetto ai quali l'Europa non accetterà compromessi.

 

DESTINATARI

Titolari, Responsabili e addetti Ufficio Estero, Responsabili e addetti Amministrativi, Responsabili e addetti ufficio gare.

 

PROGRAMMA

D.Lgs. 50/2016: stato di attuazione e punti critici (4 ore)
Pianificazione e programmazione di acquisizioni e lavori. Progettazione dei lavori.
Affidamenti sotto soglia. Linee guida ANAC.
I “nuovi” criteri come opportunità per le imprese: criteri ambientali minimi, rating d'impresa, costo del ciclo di vita.
Il problema della consultazioni preliminari e della partecipazione dell'azienda consultata alla gara.
Gli errori più frequenti che portano all'esclusione delle aziende dai bandi di gara: i requisiti di partecipazione e gli oneri di sicurezza.
Il “nuovo” soccorso istruttorio
Nuovo sistema di qualificazione delle imprese esecutrici di lavori
Modalità e criteri di affidamento degli appalti.
Il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa: da eccezione a criterio ordinario di aggiudicazione degli appalti pubblici
Nomina delle commissioni giudicatrici
Verifica in itinere dello stato di attuazione del Codice.
Verifica in itinere dello stato degli interventi di modifica al Codice.


Europa-Italia, temi caldi: cosa potrebbe cambiare e cosa invece non cambierà (4 ore)
Le modalità di calcolo del valore dei contratti e la suddivisione in lotti.
Paternariato pubblico-privato, affidamenti in house, organismi di diritto pubblico.
Principio di favore per microimprese, piccole e medie imprese
Sistema di qualificazione della stazione appaltante
Centralizzazione degli acquisti: soggetti aggregatori e centrali di committenza
Cause di esclusione.
Partecipare ad una gara d'appalto in forma associata con altre aziende: avvalimento, RTI orizzontale e verticale, consorzio, subappalto.
Distinguere tra requisiti (dell'offerente) e criteri di valutazione (dell'offerta)
Subappalto e avvalimento.
Esclusione delle offerte anomale: verifica e giustificazione dei prezzi.

 

DOCENTE

Fiorella Baldelli - Laureata con lode in giurisprudenza presso l'Università di Pisa. Dirigente presso la Provincia di Lucca ed esperta nella “ingegnerizzazione” dei procedimenti amministrativi, attuata coniugando legittimità, certezza del diritto, semplificazione ed efficienza. In questo ruolo, si è occupata della certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2000 del Sistema provinciale dei Servizi per l'Impiego, quale strumento di qualificazione organizzativa. Attualmente dirige una struttura innovativa che si propone di offrire servizi di amministrazione digitale ideati, progettati, realizzati ed erogati da un team di professionalità (giuridiche, informatiche, statistiche) che lavorano sinergicamente in ogni fase, superando il concetto obsoleto dell'informatico come puro tecnico, all'oscuro dei processi decisionali e delle motivazioni.

CALENDARIO

Giovedì 26 settembre 2019 dalle 9.00 alle 18.00

P.I. 01886580461 - C.F. e NUMERO DI ISCRIZIONE AL REGISTRO DELLE IMPRESE DI LUCCA: 92029170468 - Numero REA: 177687 - Capitale sociale: € 153.000,00 - tagmap